28 luglio 2016

bracciata bracciata bracciata respira, bracciata bracciata bracciata, respira...
in questo momento l'unica cosa da fare per sopravvivere ed uscirne e poter ripartire è concentrarsi sul singolo fotogramma.
Non posso deprimermi né farmi prendere dal panico, non posso mollare, non posso scappare via, non posso delegare o chiedere aiuto... e non devo più pensare a come sarebbe potuta andare  se... questo è quello che ho in questo momento e devo giocarmelo al meglio per domani poter fare altro.
Devo individuare con lucidità la strategia giusta, coprire le lacune dove posso, bypassare dove non posso... perché ce lo meritiamo, tutti e quattro.